Blog

Testare la sicurezza della propria rete Wi-Fi | 2012-05-24

Condividi:

Molto spesso, leggiamo allarmistici articoli nei quali l'utenza viene messa in guardia: "le reti senza fili possono costituire un rischio per la sicurezza", ci sentiamo ripetere da anni.

Stanco di sentir solo parlare di questo argomento, ho deciso di segnalarvi due articoli che spiegano come sia possibile violare una rete Wi-Fi tramite PC e tramite uno smartphone Android.

Innanzitutto, per poter violare una rete wireless in maniera agevole, è necessario che il servizio sia in uso da parte di un client dotato dell'opportuna chiave (la "password di rete"). In altre parole, se siete solamente voi e l'access point, la cosa risulta infattibile o, comunque, estremamente meno pratica.

Verificata questa premessa, scopriremo ben presto che le reti protette con il vetusto protocollo WEP sono veramente insicure come si dice: con i giusti programmi, un minimo di competenza tecnica ed un po' di pazienza, è possibile entrare in questo tipo di infrastrutture senza grossi problemi, anche in caso si stesse utilizzando un PC molto datato.

Il discorso è completamente differente per le reti protette da WPA oppure WPA2: le possibilità di riuscire a forzare una rete wireless che utilizzasse uno di questi sistemi è decisamente ridotta. Per la precisione, nel corso delle prove è emerso chiaramente che non è possibile, oggi, accedere ad una rete WPA/WPA2 configurata per utilizzare una chiave di rete sufficientemente robusta.

Ecco i link ai due articoli:

Guida rapida al crack delle reti wireless (WEP, WPA, WPA2)

Testare la sicurezza della propria rete Wi-Fi con Android